22.12.2014 11:27

Gestione dei rifiuti: riflessioni su trasparenza e legalità (Consiglio comunale 17 dicembre 2014)

Carissimi amici, in questi mesi di esperienza in un rinnovato consiglio comunale ho rivolto la mia azione politica essenzialmente in ottica costruttiva.
Ho cercato sempre di intervenire nel dibattito in Consiglio e nelle commissioni in cui siedo nel pieno rispetto delle regole,cercando sempre di far prevalere il ragionamento all'istintività che, spesso, può sfociare nel populismo.
Ho sostenuto, l...addove era giusto, l'azione dell'amministrazione comunale e ho appoggiato le ragioni che provenivano dalle minoranze laddove le proposte sembravano condivisibili ed in linea con il programma elettorale elaborato da Cesano 2020 nel "Forum delle idee" che ha riscosso il consenso di oltre 1000 cesanesi solo pochi mesi fa.
Così arriviamo al consiglio comunale del 17 dicembre che avrebbe dovuto rappresentare l'occasione per concludere il 2014 e scambiare i reciproci auguri, discutendo le interrogazioni e le mozioni rimaste in sospeso da mesi.
Invece ecco il colpo di scena.
Il sindaco Simone Negri, comunica che la società AREASUD, partecipata dal comune di Cesano Boscone ha presentato ricorso contro la delibera di consiglio che avviava il percorso di uscita dalla società da parte dell'ente. Delibera votata all'unanimità.La questione AREA è stata affrontata più volte dal sottoscritto, quando ero assessore alle politiche ambientali e più volte ho sollecitato l'uscita da una società dove la logica del profitto è esasperata e in cui le politiche aziendali si sono dimostrate in aperto conflitto con le politiche del Comune di Cesano Boscone in materia di gestione dei rifiuti.
Si tratta di posizioni strategiche, la cui buona gestione può, per esempio, consentire un netto incremento della percentuale di raccolta differenziata con miglioramenti ambientali ed economici a beneficio di tutti!
AREA si è trasformata negli anni nell'ennesimo carrozzone politico dove i "trombati" dei partiti (e qualche parente da sistemare) hanno trovato "impiego", recependo emolumenti senza dare conto del loro operato a chicchessia.
Ma la comunicazione del Sindaco è andata ben oltre: l'assessore Giuseppe Ursino (ex consigliere comunale e storico esponente cesanese dei Democratici di Sinistra prima e del Partito democratico poi) è stato nominato in AreaSudMilano.
A questo punto ho chiesto al Presidente del Consiglio comunale, Giovanni Bianco, se mi fosse consentito chiedere dei chiarimenti in merito, visto che sulle comunicazioni non è previsto un dibattito.
Queste le cose che ho chiesto:
1) L'assessore Ursino è stato nominato nel CDA oppure rappresenterà il Sindaco nell'assemble dei sindaci?
2) Se l'assessore Ursino è stato nominato nel CDA avete verificato la compatibilità, dato che secondo le norme vigenti i rappresentanti amministrativi, siano essi consiglieri comunali o assessori, devono scegliere se ricoprire il ruolo di amministratore pubblico o amministratore di un CDA di una società partecipata?
Queste le risposte:
1) L'Assesore Ursino è stato nominato nel CDA di AreaSud;
2) E' stata fatta la verifica anche con Corsico e pare che l'incompatibilità ci sia con i consiglieri comunali e non con gli assessori.
Quello che poi è successo durante il consiglio è che, il consigliere Raimondo successivamente ad un veloce scambio di opinioni in merito con il sottoscritto, verificava la norma e confermava tutti i dubbi su quello che si è rivelato un errore che non può essere giustificato dall'inesperienza.
Tuttavia, i forti dubbi delle opposizioni sono stati liquidati per mezzo di una plateale e pubblica dichiarazione di rinuncia ai compensi da parte dello stesso Ursino.
Questi i fatti. Fatti su cui voglio condivere alcune riflessioni e farmi delle domande:
1) Già in commissione territorio circa due mesi fa avevo chiesto di avere chiarimenti in merito alla rappresentanza nel CDA della partecipata, ed in quella sede ci fu riferito che a rappresentare l'ente in AREA sarebbe andato l'assessore con delega alle politiche ambientali Fulvia Erasmi ma semplicemente in sostituzione del Sindaco;
2) Ma perchè il Sindaco ha scelto di nominare l'assessore Ursino sapendo che in base alle norme era manifesta l'incompatibilità?
Non sapeva il Sindaco che tale questione era stata affrontata nella passata legislatura e in quel caso il consigliere Filippo Capuano (anche lui storico esponente cesanese dei Democratici di Sinistra e del Pd), nominato quando era Assessore, ha dovuto rinunciare all'incarico per incompatibilità?
Non c'è contraddizione rispetto alla corretta decisione che ha preso la sig.ra Laura Gessaroli di rinunciare all'incarico in AREA nel mese di luglio per palese conflitto tra la sua posizione nel CDA e quella dell'assessora Fulvia Erasmi (sua figlia) presente in Giunta. Come a dire controllato e controllore sono la stessa cosa (addirittura la stessa famiglia?!).
3) Avevo chiesto di procedere con un bando pubblico per individuare il rappresentante nel CDA così come si è proceduto a Corsico, ma evidentemente si è optato in modo diverso e sarebbe utile capirne la logica.
4) Visto che la nomina di Ursino è precedente al consiglio comunale del 17 dicembre perchè non ha rinunciato subito all'indennità istituendo un fondo da destinare per esempio a situazione di disagio economico.
5) Da parte dei consiglieri di opposizione su questa questione c'è stata sempre massima collaborazione e sostegno all'azione amministrativa, ma si è voluto seguire un percorso diverso e poco partecipativo che lascia allo scrivente tanti dubbi e perplessità.
Intanto vengo a sapere che a seguito di un esposto del consigliere Raimondo l'assessore Ursino ha rinunciato all'incarico in AREA. E' evidente che su questo punto avevamo visto giusto e qualsiasi giustificazione in merito è fuori luogo. Ci sono cose che in alcuni casi, e questo è uno di quelli, non si fanno proprio per questioni di opportunità.
La gente è su queste cose che misura la classe politica e su queste cose ci chiede trasparenza. Ora aspettiamo il bando di gara, avevamo chiesto che fosse il più partecipato e trasparente possibile mettendo la commissione territorio nelle condizioni di poter contribuire alla sua stesura nell'interesse della comunità e le opposizioni su questo punto hanno dichiarato massima disponibilità a collaborare.
Ma se questo è il metodo è evidente che questa non la si vuole neanche cercare.
Aldo Guastafierro
Consigliere Comunale e capogruppo "Cesano Boscone 2020 - forum delle idee"

—————

Indietro


Contatti

Cesano Boscone 2020 forum delle idee

via Turati 6 20090
Cesano Boscone


cell. 3890715019 - 3297504497